ma che bella città

Romanina

L'area della Romanina dovrebbe essere una delle 18 grandi centralità immaginate nell'ambito del Piano regolatore della città per riqualificare il territorio di una ampia zona periferica, nata quasi tutta abusiva, con ampia vista sulla campagna alle pendici dei Castelli romani e sviluppatasi a colpi di adattamento spontaneao alle diverse mutate esigenze nel tempo. Stretta tra il Gran Raccordo Anulare e il tratto di origine dell'Autostrada Roma-Napoli, l'area si presenta come un grande contenitore di molteplici tipologie insediative che mette insieme le palazzine della nuova residenzialità periferica, con i capannoni di un polo di insediamento produttivo dedicato alle più varie attività, che vanno dal centro commerciale, ai magazzini per la fornitura all'ingrosso di ogni genere merceologico a servizio della capitale, fino a ricomprendere il grande "Selam Palace" che è la più consistente occupazione abitativa romana di titolari di protezione internazionale (rifugiati politici, protezione sussidiaria ed umanitaria), che ospita attualmente circa 700/800 persone originarie del Corno d’Africa. Incuriosisce, così, l'organizzazione del territorio e degli spazi, dove il popolo della spesa al centro commerciale si mescola ai residenti che fanno jogging percorrendo le improbabili piste ciclabili.
Share
Link
https://www.machebellacitta.it/romanina-a9527
CLOSE
loading