ma che bella città

Grotta di Gregna

Quando ero piccolo, tutte le volte che, percorrevo via Collatina e imboccavo Via Grotta di Gregna, verso la borgata di Tiburtino III, rimanevo estasiato dalla visione razionalista del palazzo di Acea, che spicca bianco nella periferia disordinata, in uno scampolo di campagna nel bel mezzo delle zone ad alta densità abitativa del Collatino e di Pietralata. Passandoci ancora oggi si pensa di trovarsi in un’area industriale attiva, ma incamminandosi per via del Flauto, che si dirama da Via Grotta dio Gregna, senza una via d’uscita, si fa difficoltà a capire cosa ci sia in quella zona. In lontananza un edificio industriale dismesso poi le strutture ordinate dell’azienda distributrice di metano. Già, via del Flauto è uno dei centri di distribuzione del metano per autotrazione di Roma. Da Via del Flauto, tuttavia, non arriva nessuna melodia, ma piuttosto degrado di una zona mappata nella toponomastica in epoca relativamente recente (1960) e, carica, come riportato dalle cronache, di insediamenti abusivi e conseguenti tensioni sociali. Da molti anni in quella zona c’è il progetto di realizzare una grande zona verde che congiungerebbe le Borgate Collatina e Pietralata con la nuova zona di Colli Aniene, a ridosso di via Palmiro Togliatti.
Link
https://www.machebellacitta.it/grotta_di_gregna-a9821

Share link on
CLOSE
loading